iten

Appena misi piede sull'isola volante, fui attorniato da una folla di persone, delle quali quelle che mi erano più vicine, sembravano di una certa importanza. C'era nei loro sguardi un senso di stupore, nè ero meno meravigliato di loro, perchè non avevo mai visto persone così strane nella foggia degli abiti, nell'aspetto e nei modi

Jonathan Swift Viaggi di Gulliver
Tutte le foto sono materiale di produzione originale e, in quanto tale, protette da copyright.
Lunedì, 30 Maggio 2016 07:21

SARDEGNA IN 3 MINUTI

Rate this item
(0 votes)

 

Dopo tante peripezie, una produzione iniziata ad ottobre 2015, Sardegna in 3 Minuti è un progetto concluso. Ho cercato di raccontare attraverso le immagini, una Sardegna a 360°; alcuni scorci di sport, tradizioni, costumi e tanta natura.

E' riduttivo raccontare una regione che ha così tanto da offrire, in così poco tempo; infatti le immagini scorrono veloci, accompagnate dalla meravigliosa colonna sonora realizzata da Fabrizio Sanna e dal tuo team di musicisti e collaboratori.

 

Nato da un vecchio progetto mai iniziato, Sardegna in 3 Minuti racconta nell'arco di un breve lasso temporale (3.50 min di narrazione) la maggior parte delle bellezze di terra sarda; panorami, monumenti, location suggestive, tradizioni, costumi, sport. I frame sono tantissimi e altrettante sono le località visitate. A fine video è presente un immagine che riassume tutti i posti che da ottobre abbiamo visitato, una per una, nei fine settimana o durante qualche festa.

Alcune tappe sono state programmate dall'inizio, altre ci sono state suggerite in corso d'opera; altre ancora, le abbiamo visitate lasciandoci trasportate dall'avventura, senza sapere realmente cosa avremmo potuto trovare. La verità è che in Sardegna basta poco per stupirsi. Basta prendere una bici, l'auto o anche fare una corsa in un posto mai visitato che sarà sempre una gioia per gli occhi.

Abbiamo inserito alcuni fotogrammi di surf, golf e sub; un nuotatore intento a farsi qualche bracciata a Santa Teresa di Gallura, tre motociclisti che affrontano le curve di Villasimius; ovviamente è solamente un piccolissimo assaggio.

Non potevano mancare le feste locali e il carnevale. Per quest'ultimo ci siamo recati ad Ottana, per i fuochi di Sant'Antonio, con le maschere dei Boes e Merdules. Inoltre abbiamo visitato anche Oristano durante la giostra equestre de Sa Sartiglia. E' stato inserito anche un Cortes Apertas a Gavoi e dintorni.

La colonna sonora, creata appositamente per l'occasione, è stata concepita dal genio di Fabrizio Sanna, artista a tutto tondo. Una volta stesa la base, il progetto audio è stato intrecciato a quello video, per un connubio perfetto. Basti pensare ai cambi di tonalità e ritmo a seconda della zona proposta dal video, proprio per ricordare i balli e i passi delle varie zone della Sardegna. Alla musica hanno collaborato numerosi artisti, tra cui una violinista, tre voci maschili ed una femminile, chitarra acustica ed elettrica, percussionista e batterista.

La scena dell'introduzione è particolarmente romanzata. Una maschera (a cui ha prestato voce Carla Stara) nascosta in un vecchio baule chiama a sé un ragazzo (Fabrizio Sanna), per raccontargli ciò che sà, mostrargli ciò che essa ha visto prima di lui durante la sua esistenza.

Cerca di raccontargli di una terra, circondata dal mare, ricca di colori, dai mille costumi, dialetti e culture, ma appartenente ad un solo popolo. Da quì nasce il viaggio che racconta la Sardegna a 360° in pochissimi minuti. Il viaggio parte nel momento stesso in cui la maschera viene indossata e si conclude allo stesso modo, ossia con la rimozione della maschera. Ho voluto aggiungere quel pizzico di arcano in questa breve clip, proprio come le migliori leggende e racconti che caratterizzano questa terra fantastica.

L'intento era quello di far innamorare ancora una volta il sardo della propria terra e di far avvicinare ad essa chi ancora non la conosce. Spero di esserci riuscito! CLICK per il VIDEO

 

 

 

Read 757 times Last modified on Giovedì, 28 Luglio 2016 17:01